giovedì 20 febbraio 2014

La trashrecensione della seconda serata di Sanremo 2014: Festivalmonologo o Festivalmonotono?



Anche la seconda serata del Festival 2014 è andata, se riesco ad arrivare fino alla fine voglio una statua fatta con le lasagne avanzate alla mensa dell'Ariston.
Una seconda serata all'insegna della noia, noia, noia e noia. Insomma sta continuando paro paro all'inizio ed il motto Sanremo continua passata la mezzanotte sembra una minaccia inquietante.

Con la promessa del Sanremo dei giovani, la serata inizia con una botta di vita: uno spezzone di un programma televisivo per l'istruzione degli analfabeti anni cinquanta. Pensate che ora c'è Uomini & Donne che insegna l'opposto, come diventare analfabeti. Ma torniamo all'inizio: arrivano le gemelle Kessler che ballano, con la paura di tutti noi che una rotula partisse nelle prime file del teatro. Quest'anno sembra che gli ospiti debbano avere un'età superiore ai 60 anni, sennò non vengono ritenuti tali. O molto più semplicemente li possono pagare in pastiglie per la dentiera.

Il primo big in gara questa sera è Francesco Renga che più passa il tempo, più mi diventa tamarro. Tra il mezzo chilo di anelli, braccialetti, collanine e la lampadata ormai è sempre più pronto per partecipare al prossimo trono di Uomini & Donne. Tina preparati.

Francesco per te c'è.. Clotilde. Para pappa parara, para pappa parara 

Giuliano Palma, sempre finissimo con gli occhiali da sole (per l'occasione orribili) decide di cantare due canzoni uguali tra di loro e, udite udite, uguali a quelli che ha fatto finora. Per l'occasione decide di intonarsi alla scenografia della serata: i denti sono perfettamente gialli.


Per smuovere il mosciume che si è fatto avanti in appena quaranta minuti arriva Noemi, una possibile vincitrice. Non per la scelta dell'abito, alquanto discutibile. Un confetto con dei fil di ferro attaccati al collo, così portati con nonchalance. Sarà l'emozione, sarà la vergogna di portare quell'abito, ma sbaglia pure l'attacco della prima canzone. 




Festivalmonologo: durante le varie esibizioni compaiono questi personaggi vip (o meno) che annunciano la canzone vincente tra le due in gara. E ad ognuno viene data la possibilità di parlare. Il problema è che questi partono per la tangente facendo perdere minuti utili che potrei usare a tagliari i peli nel naso.
Cioè, se anche Clemente Russo fa il monologo allora lo può fare anche la donna delle pulizie dell'Ariston; datele il microfono è un suo diritto.

Ad un'ora indefinita della notte compare Ron, uguale a venticinque anni fa, ma più truccato di Moira Orfei. Uno strato di terra sul viso alto almeno due o tre dita. E un parrucchino per il quale aspetto ancora lo scontro epico con quello di Sandro Mayer.

Parte favorito il parrucchino di Sandro Mayer
Gli ultimi a cantare dei big sono Renzo RubinoSinigallia e Sarcina, l'ex delle Vibrazioni. Ed a questo punto la mia soglia di attenzione è tale da alternare stati vegetativi e stati molto più che vegetativi.
Anche se c'è da notare che l'ammuffito pubblico dell'Ariston si sveglia di soprassalto per applaudire vigorosamente l'esibizione di Rubino (forse le vecchiette in prima fila pensavano si parlasse della pietra). 

Gli ospiti: su tutti il grande ospitone Claudio Baglioni. O meglio, chi mi dice che fosse il vero Claudio? Da quanto era rifatto il suo contenuto in plastica supera di gran lunga quello delle labbra di Alba Parietti.
Un occhio mezzo aperto, l'altro chiuso e la bocca che si apre a malapena, Claudio canta le sue hit del passato stando attendo che non si strappi da un momento all'altro. Dovrebbe sostituire Ridge al prossimo Beautiful.
Ricordatevi, comunque, di riciclare. Baglioni deve essere introdotto nella plastica.

Poco prima si era esibita in un monologo anche Franca Valeri, da denuncia il costumista che l'aveva vestita da cappuccetto rosso. 
Visto l'età degli ospiti di stasera si pensa che da stasera vengano riesumati Cleopatra e Giulio Cesare. In attesa di una risposta per Napoleone.

Alle 00:15 parte la competizione per i giovani. Ma è proprio necessario farli iniziare a questi orari così improponibili?  D'altrone è il Sanremo dei giovani per Fabio Strazio. Ma la cosa bella della kermesse è che i giovani sono già vecchi prima di cantare. Diodati, Bianca, Zibba e Filippo Graziani. Amen. 

Tra i vari settecento ospiti che fanno un monologo, manca purtroppo quello della Littizzetto, che appare sottotono rispetto alla prima serata. Ma dico, perché lasciarla fare due battutine per compensare la fiacchezza oscena di Fazio (con gag alle 00:45 oscene). Insomma un Festivalmonotono senza ritmo che si trascina faticosamente fino all'una di notte.

NO MARIA, IO QUESTO NON LO ACCETTO. E mancano ancora tre serate. 

Stasera aiutatemi spiritualmente con la terza serata in diretta sulla pagina Facebook di Trashipirina

16 commenti:

  1. Ho trovato che questa serata fosse un po' più allegra, o meglio, un po' più coinvolgente rispetto alla prima, però du palle a stà fino all'una di notte. Io ho sonno. Un like per la gruccia di Noemi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti like per la gruccia! Io l'ho trovato una noia mortale anche ieri sera, se non si smuovono un po' questo festival finisce molto male :/

      Elimina
  2. Ma sbaglio, poco prima della mezzanotte, Fazio si era tirato di qualcosa? L'ho visto troppo euforico quando dava i numeri del televoto. Per poco la Littizzetto non gli mollava un ceffone.
    Quest'anno sanremo è LANOIA. L'unica cosa bella è Vessicchio ebbasta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su Vessicchio in my earth <3
      Non lo so, ma per vedere Fazio euforico mi aspetto si fosse tirato chili di roba!

      Elimina
  3. Noemi me la sono persa e a vedere la gruccia che s'è infilata dico meno male... Baglioni si scontrerà in una gara di botox con l'immancabile parietti... I giovani all'ultimo sono il chiaro simbolo di questo Sanremo e di questo paese... Se resistiamo a tutte le serate, possiamo superare ogni cosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti mi sento gasato per questo, diventerò immortale dopo la visione del Festival! Voglio lo scontro in un ring! :D

      Elimina
  4. Baglioni sembra sempre più il figlio illegittimo di Renato Balestra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhahaha o che sia proprio Renato? :D

      Elimina
  5. Ieri sera mi sono addormentata alle 22.30 non dico altro!
    Sanremo è Sanremo...meglio una supposta di tachipirina quando hai la febbre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha con questo Sanremo meglio sicuramente una supposta :P

      Elimina
  6. Ahahahaha... sei meraviglioso, certi orribili dettagli non li avevo nemmeno notati! *___*
    Purtroppo ieri sera ho avuto una battuta d'arresto per via della febbre, spero di riuscire a recuperare domani con la terza serata e gli arretrati di ieri :)
    Buon festival, Ciuffo, e tanti mazzi di fiori virtuali :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti aspetto Raffy con le tue squisite recensioni *__* Ormai noto i dettagli perché il resto è così noioso che non mi danno altro da fare :P Tanti mazzi di fiori anche a te! <3

      Elimina
  7. Mamma mia, io Sanremo non lo tollero proprio..Poi la puntata del 19 con il giornalista ospite simpaticone...
    Va beh, lasciamo stare e semplicemente non chiedetemi perché non lo guardo, poi :-D

    Adesso so cosa fare delle grucce in eccedenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, almeno ci hanno dato un nuovo modo di utilizzarle! Sanremo serve a qualcosa :)

      Elimina
  8. Ho seguito dieci minuti della prima serata, la seconda non ce l'ho fatta proprio. E mi sa che non mi sono persa niente.

    RispondiElimina