mercoledì 19 febbraio 2014

La trashrecensione della prima serata di Sanremo2014: Festivalgeriatrico



Non è stato facile, ma sono arrivato fino in fondo alla prima puntata del 64esimo Festival di Sanremo. Un Festival che Fabio Fazio aveva definito dei giovani e per i giovani. Invece ci mancava giusto Gina Lollobrigida e Wilma de Angelis che potevamo fare un pulmino per giocare a Bingo. Mettiamoci anche la noia, ma quella ormai è una costante; come a dire che facciamo il Festival senza le pappone impellicciate all'Ariston. Sia mai.
Sanremo che è partito con un colpo di scena, due operai che tentano il suicidio. In realtà questo è un remake di quello accaduto nel 1995, quando Pippo Baudo andò a salvare il promesso suicido sul terrazzino e fu proclamato santo subito (tra l'altro avevo messo il video nella Sanremo Story proprio ieri, sto diventando forse Paolo Fox?). L'anno dopo si scoprì essere tutto organizzato, quest'anno si dice sia realtà. Per fortuna tutto è finito per il meglio, l'unica nota positiva è stata l'interruzione del monologo di Fazio soporifero quanto venticinque dosi di Xanax prese con il Negroni.

L'infinito monologo

I presentatori: meno male che c'è la Littizzetto in tutto sto mosciume, se non ci fosse lei a tirare su le sorti del Festival ci saremmo passati i testicoli sul mattarello a mo' di pasta già dopo dieci minuti. 
Anche perché Fazio dopo un'ora di trasmissione inizia ad essere urticante quanto un ramoscello di ortica nelle mutande. Le soluzioni sono due: o lo svegliate con delle secchiate d'acqua o con una dose massiccia di Viakal direttamente negli occhi. 
Carissimo Fabio, non puoi metterti a chiedere quali sono i punti di contatto tra le religioni a mezzanotte e più che poi sclero.

La scenografia: un fondamentale tema di discussione di Sanremo è sempre la scenografia. Che DEVE avere un elemento: la scalinata. Se non c'è la scalinata, e quindi una possibile caviglia slogata o caduta con salto carpiato, Sanremo non ha scopo di esistere. Quest'anno la scenografia dovrebbe riprendere una grande casa del '700 italiano, con tanto di scale a chioccola, colonnati e pavimenti. Una delle poche cose salvabili alla prima serata.



I cantanti: Nella prima puntata si esibiscono 7 di 14 big. Uno dice meno male si farà presto. Presto una ceppa, ognuno porta due canzoni, così i tempi si dilatano inesorabilmente. Traslasciamo Cristiano de Andrè, un misto tra Stefano Ricucci e Lucia Annunziata: mi sono tagliato dieci vene all'ascolto. 

Cristiano de Andrè venuto bene in foto
Tralasciamo anche Antonella Ruggiero che mi ha perforato i timpani, ma anche le retine alla vista. Se non fosse per i capelli stopposi, il sacchetto di plastica che indossa le starebbe anche bene.
Giusy Ferreri canta una copia di se stessa e vince mezzo chilo di patate dell'Esselunga (ricordate di votarla con la Fidaty Oro) mentre su Frank Hi NRG vorrei stendere un velo pietoso.
Gli unici promossi nella prima serata sono stati i Perturbazione ed Arisa

"Mi sono scordata il gas acceso"

Gli ospiti: ormai lontani i tempi degli ospitoni internazionali, ci dobbiamo beccare quello che capita. Ma una domanda che mi sono fatto questa sera è il perché di Laetitia Casta. Un perché che riguarda tutta la sua presenza a Sanremo. Se ci mettiamo quella deprimente gag con Fazio e la cantata di Ma 'ndo vai se la banana non ce l'hai mi viene ancora più voglia di prendere una baguette e frantumargliela in testa. 

Momenti imbarazzanti a Sanremo

Meno male che c'è la Carrà a risollevare il tutto, sembra Madonna da come è vestita, ma è molto meglio. Lei infatti non ha uno strato di venticinque botox in corpo. Incredibilmente snodabile, del tipo che se mi muovo come lei mi devono portare in rianimazione per un mese. Canta la sua nuova hit Ciaciaciaciaciociao (questo il testo) che mi rimarrà in mente per almeno due o trecento secoli. 

Cosa accadrà stasera? Io intanto mi preparo un thermos di caffè. Corretto.
Seguite la diretta sulla pagina Facebook di Trashipirina, commentiamo insieme (almeno non ci addormentiamo!). 

22 commenti:

  1. L'ho visto di striscio e t'ho pensato subito. Soprattutto con Ciaciociaciciaciaciociao (allora non sono l'unica che s'è chiesta che cazz di titolo/canzone è). Mi pare di aver capito che gliel'ha scritta la Nannini. Spero da ubriaca, altrimenti mi casca un mito.

    ps. ecco cos'è che mi disturba di Fazio, oltre al look da secchione della terza media. E' soporifero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Nannini o si era ubriacata, o si è sniffata lo zucchero a velo del panforte per scrivere sta roba!

      Elimina
  2. Io non ho ancora capito, dopo tanti anni, come sia possibile far lavorare uno come Fazio in tv. E' oggettivamente antipatico, per nulla carismatico e per giunta incapace a condurre. Non lo sopporto proprio. Il Festival comunque non l'ho visto, ho visto però la scena con la Casta..momenti penosi di bassa la televisione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soprattutto la sua noia dopo un'ora e mezzo di trasmissione si sente eccome!

      Elimina
  3. ...io non sono una gran fan di sanremo, sebbene una sbirciatina ce la dia ogni anno, ed ogni anno poi canticchi le canzoni propinate...
    ciò detto, lucianona è una gran brava persona, sicuro, ma tutto un intero programma con la sua voce gracchiante, non so...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viene fornita al pubblico a piccole dosi. Ma quelle dosi servono, per evitare la sonnolenza :P

      Elimina
  4. caffè + red bull anche sta sera non so se basteranno...
    festivalgeriatrico rende davvero bene l'idea. e considerando che quei pochi "giovani" presenti hanno fatto pure pena c'è stato davvero di che star male.
    io salvo giusto i perturbazione e il ciaciaciao della carrà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Gualazzi è una rappresentanza della gioventù sanremese, allora io sono Valeria Marini.

      Elimina
  5. De Andrè (e Liga) è stato l'unico che mi è piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho visto dopo una piccola parte di Ligabue e ho avuto un collasso istantaneo. Insomma non lo amo particolarmente :P

      Elimina
  6. Complimenti per aver resistito! Io l'ho seguito con l'occhio su Twitter per farmi almeno due risate visto che hanno celebrato tutti i morti ... Comunque dopo la Carrà ho rinunciato. La Casta oltre che imbarazzante si è pure imbruttita o no!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìsì confermo l'imbruttimento di Laetitia che c'ha pure i brufoli a quarant'anni :)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Apprezzo l'un toscano :P Ma infatti io mi porto dei rifornimenti per sopravvivere. E soprattutto leggo commenti su facebook, twitter. Sennò mi troverebbero ammuffito sul divano :P

      Elimina
  8. pare che anche la protesta di quest'anno sia fasulla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che banale allora che è stato Fazio! Poteva trovare un nuovo modo di farsi pubblicità :///

      Elimina
  9. Ahahahah! Qua ci vuole un vagone di caffe e anched ella red bull se vogliamo mantenerci sulle cose legali...
    Mititca Raffa, come si snoda lei nessuno mai... La Ruggerro ve prego anche no... E il momento laetitia Casta è subito in top ten tra i momenti più imbarazzanti nella storia del Festival!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, io lo metto a pari merito con le flessioni di Albano dell'anno scorso o la Canalis traduttrice simultanea :P Facciamoci forza per stasera!

      Elimina
  10. per non parlare di Fazio che canta in francesce "-.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel momento vorrei scordarmelo per sempre! :P

      Elimina
  11. Meno male che ci sono le trashrecensioni di dottor ci, altrimenti mi toccherebbe guardarmi tutta la puntata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ma grazie <3 Spero che il Festival sia una cosa che non esportiamo per il mondo :P

      Elimina