lunedì 23 settembre 2013

Carla Gozzi ed il nuovo singolo "You can leave your hat on". AAAAh, che brutto!


È stato come un fulmine a ciel sereno, arrivato quando meno te lo aspetti. Carla Gozzi ha cantato per un singolo. 
Carla Gozzi who? Ma come, non la conoscete?! È la storica compagna di Enzo Miccio, quella che su Real Time dice continuamente "che brutto" (agevoliamo con il filmato) e che ora fa un programma ogni tre per due. Guardaroba perfetto per bambine, vecchie, orango tango, cincillà, chiuahuah, mignottone; insomma ci dobbiamo sorbire questa che giudica i look di migliaia di persone, che saranno inesorabilmente bocciati ed esiliati sull'isola di Sant'Elena fino a che non avranno una apparizione mistica di Dolce&Gabbana.


Dicevamo che sta Carla ha cantato per il singolo "You can leave your hat on"; d'altra parte dopo Anna dello Russo con la "Fashion shower" ora chiunque ha il diritto di far uscire dalla bocca qualsiasi cosa.
Superato lo shock iniziale di Carla che emette urlettini e risate diaboliche inizia il peggio. Perché cantare in inglese quando la pronuncia è quella della "Very English School Elisabetta Canalis"? 

Bebi teik of iuor cot, rial slou. 
Bebi teik of iuor sciuuuus, ail teok iuor scius. 
Bebi teik of iuor dres ies, ies, ies. 

Iu chen liv iour et on (x2).

Ma c'è di meglio perché tutto è coreografato con un balletto, che non aiuta molto Carla la quale appare impedita come un facocero con un tubino.

Si dimena

Al minuto 1:20 è atteso un acuto della Gozzi, così tanto acuto che mi sono scoppiate due o tre vene a caso. Subito dopo, provata dallo sforzo immane per tirare fuori cotanta voce, inizia a camminare (non so per quale ragione) come se avesse un bisogno urgente di andare in bagno in un giorno di diarrea fulminante. 

Il bagno più vicino?

Ricapitolando: pronuncia ai limiti dell'impossibile, canzone assolutamente nonsense, video non da meno. Carla Gozzi diventa una paladina del trash. Ora, con che faccia tosta mi viene a dire che il mio guardaroba è orrendo?


venerdì 20 settembre 2013

** Il Belen-wedding ** E così Belen attacca la farfalla al chiodo. [in aggiornamento]



Segui l'evento sulla pagina facebook di Trashipirina, o cercando l'hashtag #Belenwedding!

Per chi non lo sapesse ancora, oggi, Belen si sposa. Ebbene sì, ha deciso di appendere la farfalla al chiodo, con la delusioni di milioni e milioni di italian-arrapati. Si chiude così la vagin.. ehm la singletudine della coleottera che tutti amiamo. Dopo averne passati da Trieste in giù, si è fermata con Stefano de Martino, rubato ad Emma che Maria de Filippi a mio padre comprò. 
Visto il matrimonio immimente (Belen in questo momento si starà depilando le ascelle) mi sento in dovere di dirvi alcune cosine sull'evento, in modo da non arrivare impreparati.

Partiamo dalle bomboniere; i confetti non saranno ai soliti e scontati gusti. Mandorla? tzè. Cioccolato? Puà. Qui si parla solo di champagne e fragole, tanto per imbriacarci già prima della cerimonia.
Purtroppo i confetti al mojito erano già finiti, si sono dovuti accontentare. 

Sarà un pranzo regale. 
Le partecipazioni, da indiscrezioni, sono state scritte a mano da quella povera donna di Belen. Ma sie. Voi ce la vedete sul tavolo a scrivere 300 partecipazioni per il matrimonio? E poi chi lo dice che riesca a scrivere eh? Vabbè, sarà stato ingaggiato uno scriba appositamente per l'occasione.

Tra gli invitati tanti vippi e vippe, tra cui la Ventura, Elisabetta Canalis ed Elena Santarelli. Pare che per loro sia stato già preparato un grazioso pollaio con tutti i comfort che le spettano, tra cui acqua per sguazzare e grano di prima scelta.
La notizia tristissima è che Maria de Filippi ha declinato l'invito.

Come ci sentiamo dopo aver saputo che Maria non sarà presente al Belen-Wedding

La festa sarebbe a tema hippie-chic per ricordare Formentera (l'isola che amano i due sposi e dove stanno ad estati, inverni ed autunni visto il loro duro lavoro). Non capisco cosa sia questa accozzaglia di roba, cioè si mettono una corona di fiori in testa ed un tacco 12 con un tubino nero? No, via fatemi capì meglio che non mi vorrei vedere la Ventura hippie-chic senza sapere nulla prima che poi mi viene un colpo.

Le scarpe saranno come quelle di Cenerentola impreziosite da Swarovsky, del tipo che per fare un passo ti fai due polpacci che manco dopo aver fatto una maratona te li fai tanto. Per l'abito sono stati acquistati 30 metri di chiffon. E allora 'sticazzi non ce lo mettete voi?

Enzo Miccio approverebbe?
Il tocco di classe: le ballerine. Agli ospiti, di sesso femminile, verrano gentilmente fornite da Belen delle ballerine. Infatti, su grazia ricevuta dalla Rodriguez, si potranno togliere zeppe e tacchi ad un certo momento dell'evento. Solo e rigorosamente su indicazione della sposa.
Già la vedo sul tavolo, col megafono ad urlare: "cambio scarpeeeeee". Quando lo dico io, solo quando lo dico io!

Infine, se siete ancora in ritardo per il regalo non vi preoccupate! Forse potrebbe essere rimasto un cucchiaino, alla modica cifra di 170 euri. Oppure una teiera e caffettiera a soli 2400 euro. Il thè lo pvendo con una zolletta di zucchevo a 24 cavati gvazie!

Arrivano le foto dello sposo con una mise, ehm con una mise così... Insomma s'è vestito con la camicia da notte di mio nonno. Non capiamo se è presente un papillon od una cravatta, ma il cattivo gusto è in agguato. Molto in agguato.


Signorini ci fa sapere che i tavoli hanno come tema le opere classiche. Toh, ve lo credevate che 'sti due fossero dei critici d'arte?

Il prete scelto, uno dei mille che non ha rifiutato l'invito e chiuso la busto per celebrare la messa, ci informa che il matrimonio è in ritardo di 45 minuti. Poi Belen apparirà. Fan in attesa di ricevere la grazia nel momento dell'apparizione, atteso anche Brosio.

Il coreografo di Amici, Garrison, è arrivato e si è affacciato al balcone. Purtroppo non si è tuffato.
Arrivata anche Elisabetta Canalis vestita interamente di fiori. Il suo è un messaggio criptico; vuole essere impollinata al più presto (visto che si è liberato il posto di Belen).

Si registrano i primi malumoriMalgioglio offeso dal mancato invito al matrimonio, ci tiene a dirci che "a lui non piace questo gossip da strapazzo e gli eventi spettacolo". Undici, dodici, credici!


Alle 20.30 Belen e Stefano sono sposi. 
Campane a festa, farfalle in volo, vagine anche. Corona in lutto, Emma Marrone rosica, Malgioglio lasciato a casa come un cane bastonato.
Ora inizia la cena, sobrietà portami via, aspettando la Ventura 'mbriaca.

[ultimo aggiornamento 21:00]

mercoledì 18 settembre 2013

Amore puro, di Alessandra Amoroso: analisi semiseria e politically scorrect


Ciao a tutti, sono Alessandro Bianchi, anche conosciuto come Tredici, il blogger di Zucchero Sintattico, e sono qui su Trashipirina perché ogni tanto mi piace far visita al mio amico Doctor Ci per parlare di un po' di sano trash. Okay, non prendiamoci in giro: sono qui per fare pubblicità al mio blog e soprattutto alla mia candidatura come Mister Internet ai Macchianera Italian Awards. Se vi va, passate da questo link e votatemi, è facilissimo e ci vuole un minuto. 

Ecco, ora che mi sento Claudio Baglioni quando deve promuovere un disco, posso passare all'argomento di oggi: Alessandra Amoroso. Non so se lo sapete ma, per la gioia dei cimiteri tutti, se ne è uscita con una nuova canzone, Amore Puro. Poiché mi rendo conto che sia davvero dura guardarsi quattro minuti e ventisette secondi di piagnistei, ho deciso di recensirvi il video. Almeno non lo dovete fare voi. Se invece volete farlo (metti che siete masochisti, o sordi, o amate questo genere di lammia) potete ascoltarlo qua sotto:



Il video si apre con la nostra cantante preferita che mostra, come è suo solito fare, un'espressione di genuina felicità.

Peppèppèppèppeppè ♪♫
Viva la vita!!!

Cosa ti è successo, Sandra? Ti è morto il criceto? Ti hanno rubato le Vigorsol? Non trovi più le scarpe? Evidentemente la risposta esatta è quest'ultima, visto che la nostra cantante preferita è scalza, per terra, appoggiata al letto. Tesoro, visto che sei lì a rimirare il pavimento, rimiralo da sopra il letto che almeno eviti di prenderti il mal di gola.

Sandra comincia a cantare. Pazienza, dovevamo aspettarcelo, anche se speravamo in una intro strumentale molto più lunga. Due o tre minuti, tipo. Scopriamo che la nostra cantante preferita si trova in un albergo, o almeno crediamo che sia così. Per un attimo la vediamo vestita di nero e coi riccioli, e da ciò arguiamo piuttosto facilmente che l'Amoroso quando è fuori casa si porta dietro l'arricciacapelli, ma è solo un breve istante, perché poi ci vengono mostrate scene in cui lei cammina lentamente e dolcemente per la stanza, accarezza le tende, cammina lentamente e dolcemente sul terrazzo, accarezza ancora le tende.

Come sono morbide queste tendine, e la loro semitrasparenza
produce questo effetto così altamente melodrammatico, oh ♥

Cambio scena. Alessandra è vestita come una benzinaia della Tamoil. Probabilmente è pubblicità, adesso il product placement è così diffuso, e questa sarà solo una sottile strizzatina d'occhio per i grandi petrolieri. Mentre la nostra cantante preferita è lì che passeggia sconsolata e depressa, si assiste a una curiosa staffetta: un tizio scelto per la sua evidente somiglianza con Eddie di Tekken 3 sta correndo. Invece che chiederci il motivo che lo spinge a correre, ci viene solo il dubbio di quale droga lo abbia fatto optare per questo curioso outfit composto di canottiera nera e bombetta in testa. Ma vabbè.

Chi cazzo m'ha vestito/pettinato/dato alla luce?

Intanto che quell'altra, cioè la nostra Alessandrina Amorosina, continua a cantare, vediamo una battona occidentale parlare con una cinese. Ecco che arriva Eddie di Tekken 3, che deve scegliere qualcuno a cui passare la staffetta. E chi sceglie? Ovviamente la cinese. Deve essere tutto un complotto per spodestare i bianchi dalla vetta delle classifiche pop.

Potere al terzo mondo, con disappunto delle bionde
La conferma la abbiamo quando vediamo la cinese che raggiunge un altro extracomunitario, probabilmente trafficante di bici rubate, e gli passa la staffetta. Ci siamo già un po' rotti le palle di questo giochino, e in effetti desidereremmo sapere come va a finire, ma questa BELLISSIMA canzone durerà ancora altri tre minuti, quindi mettiamoci l'animo in pace.


Intanto che il nero inforca la sua bici rubata e continua il giro, la nostra cantante preferita si esibisce in altre incoraggianti espressioni di sommo gaudio.



Un secondo, aspettate un attimo. Ma quelli sono tacchi? CIOÈ CIOÈ CIOÈ non paga di essersi vestita come la paladina dei metalmeccanici si è messa pure i tacchi per completare l'outfit orrendo?

No, vabbè.

Nel frattempo la palla passa all'ennesima comparsa di colore (come vi sarà giunta voce, la Lega sta usando questo video come pretesto per dire che gli immigrati rubano il lavoro agli italiani), e successivamente a un povero turista bianco che viene costretto a correre mentre il nero gli insidia la donna. Hai capito 'sti clandestini, prima il nostro lavoro e poi le nostre donne - veramente, vi dico che Bossi è già lì col forcone.


Ci sono sempre più frame che mostrano la nostra Sandrina indossare il già citato vestito nero con tanto di acconciatura figa (merito del suo portentoso arricciacapelli), ma intanto la staffetta viene ceduta a una bionda in carriera, ma sì, uno stereotipo in più che sarà mai, e allora c'è una bionda con gli occhiali da sole che parla al cellulare con aria esagitata e indossa un vestito lungo perché le hanno detto che deve rappresentare una yuppie della società americana, ma arriva il tipo e via a correre anche lei.


Dai, dai, resistete ancora un attimo che manca pochissimo. Lo so che piuttosto di continuare la visione preferireste ingoiare il Viakal e morire intossicati, ma ormai siamo alla fine. Sì, perché la bionda passa il testimone a un individuo che probabilmente appartiene a una etnia ancora non affrontata. Ma chi se lo ricorda, praticamente c'ha partecipato il mondo a questa staffetta.

Per nulla sorpreso il tipo.
Parentesi: nel frattempo l'Amoroso si è spostata in una fabbrica, c'è andata col vestito lungo rosso. E sorride. MA CHE TE RIDI CHE DOPO C'HAI DA LAVALLO TE MICA IO, MICA.


Finalmente la staffetta si conclude: tutti i partecipanti si stavano passando non la cocaina come ci sembrava palese, e nemmeno un potente sonnifero per l'Amoroso come speravamo, bensì un cellulare. La nostra cantante preferita lo prende, manco ringrazia 'sta stronza, che è tutto il giorno che fa girare dei poveri cristiani come la merda nei tubi, e risponde. Non si chiede chi cazzo è che le telefona usando un cellulare arrivato dal cielo, e nemmeno noi riceviamo risposta per la stessa domanda. Ma io un'idea ce l'ho: è il regista del video, che le dice ALESSA', E FATTELA UNA RISATA UNA.

E infatti lei ride.


lunedì 16 settembre 2013

Che Beautiful spot! Ridge e Brooke in "È bellissimo".

Nel mondo incantato di Beautiful tutto può succedere! Esatto, mogli che se la fanno con i figli, figli con le nonne, nonne con i consuoceri, consuoceri con gli zii. E poi morti e resurrezioni, zombie che brindano, gente che si sbatte altra gente senza conoscerla. Insomma, che mondo veramente favoloso.
La novità è che ultimamente i personaggi stanno morendo veramente (anche perché, dopo che il personaggio muore e risorge dieci volte diventa meno credibile no?). Forse anche perché gli attori si stanno rompendo i testicolini.
Ma veniamo a noi. Cosa può fare un attore di Beautiful dopo vent'anni in cui ha fatto solamente quello? Ma sicuro, una pubblicità!
Ecco che Ron Moss (Ridge) e quell'altra (Brooke) devono informarci sulla bellezza di un salotto. 
Infatti lo spot inizia con la tizia che urla eccitata "Bellissimo". Mentre Ridge: "Sì, questo scialotto..." segue sincope con strozzamento dell'esofago "belliscimo".
Tutto bellissimo, lo abbiamo capito. Ma, appena arrivati in camera da letto ecco il colpo di scena: "Ho deciso, io ti lascia". NOOOOO. Brooke avere deciso di lasciare Ridge. (Mentre Ridge si riprende dalla sincope avuta per riuscire a dire la marca dei divani: "Tutto bellissimo itallliani", sì ok ma Brooke avere lasciato te!).
Alla richiesta di una spiegazione, Brooke risponde, ma ahimè nessuno mai capirà cosa voleva dire.


Questo vuol dire entrare nella parte, questo vuol dire immedesimarsi in quello che dobbiamo pubblicizzare. Chi meglio di loro era legnoso come un divano? Chi, meglio di Brooke ha avuto una interprerazione degna di un armadio a due ante?  
Sperando che lo spot valga un Oscar all'istante per i due interpreti, mi è proprio venuta voglia di comprarmi qualcosa di bellissimo. Tipo un viaggio di sola andata per Ridge e Brooke verso la terra di Beautiful. Dove potranno sposarsi felicemente con qualche divano letto ed avere tanti piccoli tavolinetti da tè in modo da portare avanti la dinastia.  

giovedì 12 settembre 2013

Fenomenologia di una zoccolona: breve storia di Miley Cyrus


È sulla bocca di tutti in questi giorni e non smette di far parlare di sé: è quella mignottona di Miley Cyrus.
Ma veniamo al principio: nasce come prodotto disneyano con il telefilm Hanna Montana, in cui interpreta una giovane rock star con la doppia vita. Diventa l'idolo di milioni di ragazzine che la seguono fedelmente comprando i suoi zaini (tra cui mia sorella), le caramelle, i dentifrici e gli assorbenti interni.
E fino a qui tutto bene.

Prima di diventare mignottona

Succede che un giorno arriva la botta della pubertà e decide di cambiare vita. Il mondo però è già pieno di puttanpop, c'è la fattona (Britney), la 'mbriaca (Rihanna), la pazzoide (Gaga), la depressa (Lana del Rey) e quella che sbraita (Aguilera). Cosa rimane a me? (Deve essersi chiesta un bel giorno mentre stava slinguando un rastrello). Ma certo! Farò la zoccoletta!
E seguì alla lettera quello che aveva detto. Non a caso il suo culo diventa il protagonista indiscusso in tutti i suoi video, come in We can't stop


Video totalmente insensato dove risaltano solamente due cose: le sue chiappone.
Perché non puntare su quelle? E perché non farle vedere in mondovisione, giusto per farsi un po' di pubblicità?
Detto fatto! Arriva l'MTV VMAs ed arriva anche il famoso twerk della Cyrus.
[Per chi non lo sapesse, dicesi twerk l'arte di muovere le chiappe, divincolandole in maniera porca come un frullatore. Insomma ora c'è 'na gara a chi lo sbatte meglio.]
Finissima, ormai Hanna Montata, con la lingua sempre de fori, ci delizia con questa "esibizione":


Ed è qua che le bambine che seguono Hanna come modello di vita, cominciano ad avere scompensi. 
Se fino a due giorni fa le potevi trovare in cameretta a cantare le dolci canzoncine della Montana, ora le trovi vestite di latex mentre fanno muovere il culo come se non ci fosse un domani.
Le mamme, di conseguenza impazziscono (vedere per credere).

Ma il peggio non ha mai fine, perché pochi giorni fa esce il nuovo video "Wrecking Ball". Vabbè, decido di guardarlo.

Oh, inizia con Miley che piange! Si è ravveduta, ha fatto come Brosio ed ora è una santa donna, ne sono pienamente sicuro. Sono quasi commosso pure io. 

Ho visto la luce! 

Oh, ma sta arrivando con un martellone! Dai, starà interpretando un'operaia al lavoro. In mutande. Che sta guardando il martello in maniera sensuale. Ora lo lecca. Oddio la situazione sta degenerdando. 

Mmmm come mi eccita il sapore di ferro!

Il motivo per il quale stia leccando un martello mi sfugge ancora, la spiegazione che mi sono dato è i livelli di ferritina o transferrina siano bassi nelle ultime analisi fatte. "Si lecchi un martello tre volte al giorno" le avrà detto il medico.
Il video, intanto, continua in maniera mignottesca: Miley nuda su una palla gigante, Miley che fa una spagnola al martello, Miley che simula orgasmi su delle rovine, la lingua di Miley che inizia a fare ruggine.
La grande novità è che non twerka allegramente ed il suo culo si vede solo di profilo. 



Che poi, mi direte voi, il video l'ha fatto Terry Richardson, deve essere arte! Sì, mignotta is the new art.
Ed ora scusatemi, ma devo andare a leccare la vanga di mio nonno. 


martedì 10 settembre 2013

I nuovi mostri: le botulinizzate

Oggi ho intenzione di presentarvi due comuni esemplari di dive botulinizzate uscite fresche fresche dallo zoo, ehm dal chirurgo estetico. 

Prendete ad esempio Rita Pavone, quella di GianBurrasca che sbraita un po' ovunque. Voi sicuramente la ricordate così: 

Tralasciando la tinta dei capelli ottenuta direttamente dal succo Ace, sembra un po' un ET denoantri. Ed allora perché non farsi due iniezioni di botulino in qua e là, tanto ci avanza? 


Ecco che Rita Pavone ti diventa Maria de Filippi. Ora manca che inizi a parlare come un camionista mentre piscia in un autogrill, una busta che si apre a comando e cinque scemi che si contendono una tizia su un trono e tiè, è proprio lei. 
Rita mi pare abbia esagerato un goccino, è più gonfia delle poppe di Carmen di Pietro; questa la dice lunga.

Prendete ora Noemi Letizia, la tizia che brindava al suo diciottesimo con papi. Cioè Berlusconi. Non è dato sapere (per il mio povero apparato digerente) cosa abbia fatto successivamente con lui, ma all'inizio era così:


Laureata in brindisi con il massimo dei voti, appariva come una ragazza spensierata che bazzica con il Premier. Ma da quel giorno entrò nel tunnel del botulino non uscendone più.


L'abbiamo udita gridare "il mio tesssoro" qualche giorno fa, alludendo ad un qualche gioiello e ad un essere dai piedi lunghi, basso e fissato con una cosa col buco. Ah, forse intendeva sempre Berlusconi. 
Labbra a canotto, pelle così tirata che si schianta a vederla, trucco "leggermente" esagerato, Noemi è diventata una Barbie a metà prezzo. 



giovedì 5 settembre 2013

Paint your trash life - come ti riutilizzo l'uccelliera


Sull'onda dei grandi successi dei programmi di Real Time, anche io voglio entrare in questo tunnel, dal quale non ne uscirò vivo. Avete presente Paint your life? È quel programma in cui si usano migliaia di cose, come vasi, suole di scarpa, bucce di banana, espettorati, mutande strappate, per creare dei fantastici accessori per la casa. 
Avete un tampax usato? Può diventare una fantastica candela per una cena romantica! Il set di piatti di porcellana? Se triturati possono diventare dei fantastici braccialettini! L'affettatrice che avete in cucina? Semplice, la smontiamo e diventerà un grazioso portagioie! E perché tenere in casa quel noioso pianoforte a coda? In due secondi mi diventa un favoloso armadio a due ante (ben due). 


Oggi mi occuperò della gabbietta per uccelli. Vi è morto il canarino, l'avete trovato stecchito in fondo alla gabbia? O mentre la pulivate il pappagallo se n'è andato via dalla finestra mandandovi a quel paese? Ecco, non buttate via nulla, eccetto le cacate del grazioso uccellino e la base, che dovrà essere rimossa. 


Ecco, ora non resta che decorarlo. Prendete una dozzina di uccelli impagliati, e buttateli sopra la gabbia come se piovesse. It's raining birds, alleluja! Oplà, non è stato semplicissimo? 
La vostra uccelliera è diventato un grazioso cappellino!


Ci vediamo alla prossima puntata! Mi raccomando, non buttate via nulla, neanche quel fazzoletto di carta moccioso, può essere molto utile!