martedì 30 luglio 2013

Il tormentone dell'estate 2013: parte il sondaggione di Trashipirina!

Per questa estate c'è crisi. Crisi di tormentoni. Non ci sono più le canzoni spacca ghiaccoli di una volta, quelle con il motivetto stupido, ma così stupido da entrarti in testa per anni ed anni. Quest'anno la scelta per il tormentone è molto difficile, alcune canzoni si sono bruciate perché uscite troppo presto, altre non hanno le caratteristiche "tormentose" perché con ritornelli troppo complicati o deprimenti. Già un successo è arrivato: non ci sono canzoni latineggianti quest'anno alla Tacatà, Vacacà e la maialadisuma.
Dobbiamo però scegliere un successore a Call me maybe, eletto tormentone dell'estate 2012 da Trashipirina. Perciò, con i poteri conferitomi da me stesso e dalle Las Ketchup apro il grande sondaggione dell'estate!

Chi è il tormentone 2013?
[per votare il sondaggio è nella colonna in alto a sinistra!]

La la la - Naughty Boy ft. Sam Smith 
Non vi ha già rotto i testicoli il "La la, la la la lalalalallaallalalallalalallalaaaaa"?



Get Lucky - Daft Punk ft. Pharrel Williams
Sembrava il tormentone definito per l'estate, ma si è bruciata a giugno. 


Alive - Empire of the sun 
Però sono tutte uguali eh!


Blurred Lines - Robin Thicke ft. T.I. Pharrell
"Eh eh eh, uh!" mi ricordo solo questo della canzone. 


Treasure - Bruno Mars
Da non sottovalutare la strofa che io canto inventandomi parole a velocità elevate.


I'm in love - Ola 
Un buon esercizio per imparare i giorni della settimana in inglese.


Alfonso - Levante
L'unica italiana che entra nella classifica. "Che vita di merdaaaaa".



Wake me up Avici
A me fa semplicemente cagare. 

domenica 28 luglio 2013

Gente di mare, forse un po' trash... [volume 5]

Finalmente siamo arrivati alla rubrica più gossippara dell'estate. Quella che si limita a riprendere ciò che gli italiani fanno durante le lunghe giornate sotto l'ombrellone; guardare e sparlare degli altri.

Iniziamo con Alanis Morisette, io non l'avevo più vista in giro, ma a quanto pare è svaccata in maniera disumana. Quasi quasi potrebbe essere utilizzata per fare la boa al mare. Da notare il costumino che sta per essere risucchiato nella vagyna.


Passiamo oltre. Ecco una bella immagine che ci fa riconciliare con la natura. Tanti cari cagnolini che fanno il bagno al mare. Oh, ma che carina quella cagna dal pelo fluo! Ah, mi state dicendo che è la Brambilla? Scusate tanto! Spero per il mare italiano che non faccia un bagno, gli effetti di rilascio della tinta potrebbero portare ad un disastro ecologico pari a quintali di petrolio dispersi. 


Parlando di cagne mi viene naturale l'abbinamento. Ecco che al mare troviamo la Santanchè. Forse pensava di essere in un film spaghetti western, o forse no. Non mi spiego le tazzine che porta sugli occhi. 



venerdì 26 luglio 2013

Le nuove e mirabolanti imprese di Sara Tommasi!

Era già da un po' di tempo che non sentivo parlare di Sara Tommasi, tipo due o tre giorni. Mi spunta di nuovo più ehm... più come dire.. più fatta del solito!
Non sto a riassumere le vicissitudini degli ultimi mesi che comprendono svariati film porno girati con alieni, viaggi di redenzione con Brosio e visioni mistiche, spogliarelli gratuiti su cofani di macchine, desideri velati di farsi intere squadre di calcio.
Se c'è qualcuno a cui il caldo non fa effetto è lei. Giusto perché è già bruciata di suo. Ecco che con la sua cara pagina facebook (che è stata "prontamente" rimossa), ha iniziato a tirare tante care defecazioni ad oggniddove. 

Era il turno dei rapper italiani, che vanno tanto di moda in questo momento. 

Per dire. 


La finezza. 

Quando si dice "smerdare una persona".


Non ci facciamo mancare nulla, insomma.

Per la cronaca ecco i due personaggi della vicenda narrata: il primo Guè Pequeno e Fedez. 




martedì 23 luglio 2013

God save the king! Il Royal Baby è un maschio.

L'annuncio davanti al St. Mary Hospital.
"È nato il Royal Baby ed io come sono conciato, fatemi andare a cambiare".
Alla fine Kate ce l'ha fatta, ha finalmente sgravato. Alle 17.42 del 22 di luglio è nato il tanto atteso Royal Baby, l'erede al trono. Sì, insomma, se ne riparlerà tra qualche anno per la corona. Pesa 3.798 chili e come direbbe mia nonna "è un bel bimbotto, via!". Ma l'annuncio è arrivato solo molte ore più tardi, perché noi valiamo. 
La mattinata era iniziata con la Royal-gravida che arriva in ospedale in Rolls Royce. Bè una cosina semplice semplice e giusta per passare inosservata. Avrà avuto un sistema idraulico in caso si fossero rotte le acque in modo da ricavare energia con le stesse per alimentare l'autoradio.
L'annuncio a Buckingham Palace.
"Due etti di pane, un etto e mezzo di prosciutto
e due o tre pomodori." Ah no, quella era la
lista della spesa della Regina. 
Alle 06.30 entra in travaglio e da lì tutto tace. Le ore passano, i tè si freddano, ma 'sto figlio non s'ha da fare; ve lo devo dire io ci avevo perso le speranze. Mi sono trattenuto dal chiamare "Chi l'ha visto?" per far cominciare le ricerche nella vagina di Kate. Che per un momento ho pensato fosse divenuto un grande buco nero capace di inglobare tutto e tutti. Ma era il primo pomeriggio ed il caldo mi stavano dando alla testa.
Per un giorno è stata la vagina più importante del mondo, pensate ha pure scavalcato la farfalla di Belen (e ce ne vuole) sfornando il piccolo Duca di Cambridge. Già perché ha già una carica appena messo piede fuori dalla Royal-vagina.
Ma il nome? Per ora non ci sono notizie, verrà comunicato "a tempo debito" che è anche un modo carino di dire, quando cazzo ci pare a noi. E allora tiratevela! Tra i più "papabili" compare Edward, Charles e George.
Londra in giubilio, nonna felicissima (anche perché può andare tranquillamente in vacanza senza scassature di minchia) Carlo e Camilla hanno nitrito gioiosi. Anche Obama chiama i reali inglesi, dicendo che "hanno atteso con trepidazione la nascita del Royal Baby". Oh, mi ce li immagino lì davanti alla televisione che aspettano la notizia.
Insomma, in attesa della rivelazione al pubblico ci siamo finiti 'sto travaglio che già mi sentivo gravido pure io. God save the King!

domenica 21 luglio 2013

Royal Baby, cronaca di stato "interessante"




Ricapitoliamo per rinfrescarci la memoria: la Royal-nuora, Kate Middleton, è gravida da un tempo remoto imprecisato. Londra è colma di gioia per la notizia e non sta più nella pelle. Tutti sono convinti che il Royal Baby, colui/ei che è alla terza posizione per diventare Re/Regina, nascerà il 13 luglio. 
Appostamenti davanti all'ospedale reale, fan con palloncini, striscioncini, gadgettini, minchiatini, esultanti pronti ad aspettare il lieto annuncio, stampa da ogniddove che cerca ogni minimo spostamento d'aria per scoprire quando inizierà il Royal-travaglio. 

Disperati fan all'ospedale. Uno è già sciolto.
Passa una settimana e non ci sono notizie. Intanto i fan fuori dall'ospedale stanno evaporando piano piano causa caldo. Ne resteranno solo bandierine o palloncini tristemente sgonfi.
Ma ecco l'annuncio, scherzetto! La Royal-finedeltempodigravidanza non era per venerdì 13, bensì per venerdì 19. Simpatici i reali insomma. 
I bookmaker eccitati dalla notizia danno come certo il parto per il 23 di luglio. Altri dicono che si protrarrà fino al 2 di agosto. A questo punto mi sorge un dubbio, che stia aspettando un elefante invece di un bambino? Neanche la Royal-cavalla Camilla ci aveva azzeccato: "nascerà il 17 luglio, giorno del mio compleanno" aveva detto speranzosa. Magari un regalino se lo prendeva anche lei al prossimo compleanno del pargolo. 
I problemi non finiscono qui; la Royal-bisnonna, nonchè Regina di Inghilterra Eli, sarebbe scocciata. Già, è in ritardo per le vacanze e questo parto non fa che allungare il tutto. Poera lei, è che aveva già preparato la valigia coi vestiti ed ora non ha neanche un completino per stare in casa a spolverare la mobilia. 
Insomma, il parto più interessante dell'anno continua a far parlare. 
A quando la data fatidica? Attendiamo speranzosi. 
Sarà Alexandra? 

sabato 20 luglio 2013

Gente di mare, forse un po' trash... [volume 4]

Perché non addentrarci nella meravigliosa spiaggia di Trashipirina? Chissà che incontri trash ci saranno, a cominciare dalla nonfacciouncazzodallamattinaallaseraperchèhosposatounmiliardario Ivana Trump. Oggi indossa un favoloso costume ascellare giallino urina. Ma che te saluti, che ti parte tutto l'intonaco?


Procediamo con un culo. Il culo di Samantha de Grenet, nota nullafacentesoubrettina televisiva. Possiamo ammirare le bucce d'arancia, ma anche di mandarino, limone ed agrumi riuniti per l'occasione. Tra l'altro, mi accorgo ora che il deretano si trova a bassi livelli rispetto alla vita. In poche parole, ha il culo basso.


Concludiamo con quella finedonna di Cristina Parodi che oggi si sente molto cow-girl. E per aiutarsi ad entrare nella parte si scola una birra con nonchalance. Aspettiamo la gara di rutti con impazienza. 




giovedì 18 luglio 2013

Raffaella Carrà torna con Replay! Every day, every day, every day (oddio).

Volete vivere un'estate diversa, scatenata? (dice mentre la dentiera non tiene bene) Ascoltate il mio ultimo pezzo Riiiplei! (ma poi che è in body? Bah).


Insomma Raffa nostra, all'età di 70 anni, ci spiattella così, dal nulla, un tormentone dell'estate. Questa volta ha voluto fare di più, infatti il tormentone è in inglese!
Cosa dica non è dato sapere, visto che è il dialetto Annadellorussiano. Possiamo arguire alcune parole come "Dj put the ?? replay, make my worries go away. Every day, every day every day". Poi arriva un inciso in cui sbiascica parole a caso incomprensibili anche alla popolazione londinese.
Traslasciando questi piccole note geriatriche, me la immagino coi guantini alla motociclista che balla Replay fogata su un cubo.
Sono sicuro che questo ci diventerà un buon trash-tormentone dell'estate. Per cui spargete il verbo. 

martedì 16 luglio 2013

Un altro post su Rihanna

Come ciclicamente avviene, oggi scrivo un altro post su Rihanna. Ma che ci posso fare io se questa qua ogni tre per due compie imprese trash mirabolanti?
Per esempio, avete le carie? Dovete farvi due o tre otturazioni? Vi è rimasto il prezzemolo tra i denti mentre mangiavate la pasta? La soluzione ve la porta Rihanna, lei si è placcata i denti di diamanti! Così si evita anche di lavarseli no? Una smerigliata a sera e via a letto. Perché un diamante è per sempre, la carie no.

So figa, so bella, co 'sti denti però c'ho la fiatella

Rihanna ubriaca. Sì, e la terra gira intorno al sole e 2+2 fa 4. Sai la novità.
Questa volta era ad un concerto ed abbiamo anche il simpatico video; quella che vedete in bianco e nero mezza traballante è proprio lei. E non una zebra dopo aver fatto a capocciate con una sua simile.


Infine anche Justin Bieber se la prende con lei, secondo l'infante Rihanna avrebbe osato troppo con il suo outfit. Sìsì, quello zebrato dove ha sgottato per tutta la sera e che ora sarà impreziosito da stupende incrostazioni delle carote che si era mangiata poco prima. Forse Justin è geloso delle zeppe che indossava o dello shatush che non può permettersi. 

Come mi sono vestita? Che ne so, tanto sono 'mbriaca!

lunedì 15 luglio 2013

Gessi, vibratori ed altri accessori

Oggi mi è presa di andare a curiosare tra i vari accessori in giro per il mondo.
Prendete ad esempio la Maialah al Curry che si è troncata il cotechin.. ehm il braccino. Voi penserete, avrà un gesso come noi comuni mortali, magari con le scritte "Mariah tivvubbi" o "Mariah facci sentire l'acuto" o "Mariah faccela vede". No, niente di tutto questo, perché quando si parla di vita mondana non si può sbagliare un colpo. Ecco che il gesso diventa un roditore gigante: hanno direttamente scuoiato una nutria per fare ciò. Sempre che non si stia per trasformare in un orso bianco.


Se vi stavate preoccupando, c'è anche la versione coi lustrini, al posto del topo di fogna. Quant'è chic la Mariah.



Ieri in Francia si festeggiava la presa della Bastiglia. Per celebrare degnamente la giornata di giuoia e di festa i nostri cugini, che ricordiamo tutti per il bon-ton ed i modi di fare sempre raffinati, hanno ideato un favoloso accessorio. Il dildo-Tour Eiffel. Il buon gusto imperante. 


In Italia non bastavano i giornaletti scandalistici tanto amorevoli, i giornali di giallo con i delitti e delittini più in voga del momento. No, tanto per non farci mancare nulla ecco "Miracoli", il nuovo giornale gossip-religioso. Dove ve lo trovate voi un Albano che fa l'esorcista eh? Per lui è facile, basta si metta a cantare "Felicità" e tiè, altro che acque sante e robe varie. Esorcismo e mangiato. 



Mentre ancora attendiamo la nascita del Royal Baby (ormai secondo i bookmaker dovremmo esserci) esplodono in ogniddove fantastici gadget reali. Tutti rigorosamente kitch. Tazzine, piattini, portachiavini e tutto ciò che finisce con "ini". Devo tornare a Londra solo per comprare tutti questi oggettini dal gusto superlativo!




Infine voglio dare il premio "Accessorio della settimana" a Calderoli, per il suo "cervello" visto l'uso che ne fa giornalmente. Proprio come un portachiavi del Royal Baby.

giovedì 11 luglio 2013

Piccola guida al Royal Baby: come prepararsi adeguatamente all'evento.

A Londra ormai l'ansia cresce ogni giorno che passa, Kate Middleton ha i giorni contati. 
Nel senso che sta per partorire; già sono partite le scommesse sul sesso, la data di nascita, il nome, la prima boccata, il peso, il primo ruttino alla Regina, il colore della cacca ed i cc di urina della prima pisciatina.
Quindi, per prepararsi adeguatamente, ecco tutto ciò che c'è da sapere:
Cazzo ridi?

  • rivoluzione: cambio di protocollo in casa reale. Mentre in passato un messaggero doveva annunciare le nascite direttamente alla Queen, ora sarà William che farà una semplice telefonata a tutti. "Pronto, ah nonna!?". Nell'ordine devono essere avvisati: Eli, il principe Carlo, il fratello Harry, familiari vari, il Premier Cameron. Insomma una bolletta tanta.
  • Cannonate: subito dopo le chiamate verrà posto, su un cavalletto dorato davanti a Buckingham Palace, un messaggio al popolo con le informazioni direttamente dai ginecologi. Di seguito 41 cannonate sparate. Del tipo che parte la coronaria alla Regina. 
  • Parenti serpenti: secondo studi di discendenza, cioè tizi che non avevano un cazzo da fare, il Royal Baby ha molte parentele con i divi di Hollywood. Cugino di 11° grado del figlio di Ben Affleck, di 22° grado del figlio di Uma Thurman, 23° di quello di Beyoncè e 27° degli svariati di Pitt. Insomma proprio parenti stretti.
  • Royal baby watching: è la nuova moda di Londra. Appostarsi di fronte all'ospedale Saint Mary, dove nascerà, aspettando la nascita del figlio. Ossantoddio che ansia.
  • All'ospedale ci sto male: suite di 24 metri quadrati, menù personalizzato e carta dei vini. Un hotel 5 stelle? No, la camera di Kate alla nascita. 
A Londra ci si prepara così. 
  • Carrellata di varie ed eventuali cagate: la Regina non vuole farsi svegliare in caso di parto notturno (poerina c'ha da dormire) / il titolo del nascituro sarà Sua Altezza Reale il Principe/ssa di Cambridge (anvedi oh, e la corona di peluche?) / Kate si prende 5 mesi di pausa, agenda vuota fino a capodanno (perché prima faceva qualcosa?) / in questi giorni Kate sta mangiando cibi solo a base di spezie per ridurre i dolori del travaglio (sì, ma il bruciore dopo?). 
A questo punto potete ritenervi soddisfatti, sapete tutto ciò che c'è da sapere sul Royal Baby. Anche voi potete guardare dall'alto verso il basso il parrucchiere quando non saprà quante cannonate verranno sparate od il panaio perchè non conosce la parentela di n-esimo grado con Brad Pitt. 
Non sapete di cui parlare al primo appuntamento? Royal Baby. Insomma un risorsa infinita. 

mercoledì 10 luglio 2013

Il party di Dolce&Gabbana: tra pitoni, sobrietà e galeoni

Dovete sapere che, qualche giorno fa, Dolce e Gabbana hanno organizzato una festa in maschera. 
Alla faccia della crisi e via dicendo. Per dire, io ci sarei andato con la mascherina che ti metti davanti agli occhi di Arlecchino, di quelle che compri alle edicole a 1.50 euri. 
Ma stiamo scherzando?! Del tipo che un costume sarà costato sì e no come qualche migliaia di mascherine arlecchinose. Robe che la mia postepay si sarebbe suicidata buttandosi giù da un ponte.
Ora, la sobrietà chiaramente faceva da padrona, ad incominciare proprio dai padroni di casa:


Potete vedere il torero camomillo con tanto di posa maschia, una tizia assolutamente NON rifatta ed un misto tra uno Zorro ed una Drag Queen. 


Alla tizia centrale le hanno fatto direttamente un mosaico bizantino sul corpo. A giorni dovranno edificare direttamente una Chiesa. 


Una regina di cuori caduta in un baule di vestiti. Ha rischiato la vita, ma si è salvata aggrappandosi al body dorato che porta.


Poiché 'sta tizia era troppo sobria (per sobria in questa festa si intende un vestito nero trasparente dove si vede anche la vagyna) ha pensato bene di aggiungere un piccolo accessorio. Un pitone imbalsamato a mo' di sciarpetta. Comodo comodo. 


Ma alla festa di Dolce & Gabbana c'era anche lei: Anna dello Russo. Che tornava con un suo must che tutti ricordavamo con emozione: il galeone! Come potete vedere un vestito ottocentesco del peso di una migliaia di chili (io spero ci sia stata l'aria condizionata, sennò Anna mi sarebbe diventata una piccola disidratata) completato da quel popò di barcone. 
A breve porterà un galeone a grandezza naturale, sono aperte le iscrizioni per il giro di prova.




martedì 9 luglio 2013

Gente di mare, forse un po' trash... [volume 3]

Oggi mi andava di dare un tono CULturale alla rubrica, sapete che lo è di già, ma voglio migliorarmi ancora di più.

Iniziamo con le arti cinematografiche, qui con noi abbiamo Asia Argento a gambe spracche mentre si fotografa allo specchio. Pronta giusto giusto per andare al mare. Chi voleva imitare con questo body? Forse vuole fare un remake di Flashdance? O forse è la Madonna denoantri? 
Profondo rosso. Anzi fucsia. 


Passiamo alla "politica". Oh, ma ecco Nicole Minetti sempre sobria e fine mentre si fotografa al mare. Io fossi stata in lei avrei messo la macchina fotografica direttamente sul capezzolo. D'altronde ha bisogno di mostrare le sue due buone ragioni che l'hanno tanto portata avanti nella sua carriera!
Igienista poppale.


Concludiamo con Victoria Silvstedt. Come vedete si fa fotografare a bordo piscina, mentre sta leggendo un libro. FERMI TUTTI. Ma Victoria Silvstedt sa leggere? 
Allora c'è speranza per tutti. 


lunedì 8 luglio 2013

La pillola del lunedì prima [summer edition]: WWW mi piaci tu [2001]

Continuiamo il nostro viaggio tra i vecchi tormentoni estivi, quelli che dobbiamo ricordare e portare nel nostro cuore ed alle generazioni future. 
Questa settimana torniamo nel "lontano" 2001. Mentre sono qui che scrivo ho di sottofondo questo soave brano cantato dai Gazosa: WWW mi piaci tu.
Ebbene sì, proprio i Gazosa, quel gruppo formato da ragazzini che giusto giusto arrivavano alle medie. Quell'età in cui il maschietto comincia a cambiare voce passando da acuti alla Maria Callas a bassi da Barry White mentre le femminucce iniziano ad avere i primi problemi con le pelurie diffuse.
Per la cronaca i Gazosa arrivavano dal successone Stai con me foreeeeeeeeeveeeeerrrrrr, cantato a Sanremo lo stesso anno. E poi? Si sono sciolti nel 2003, in preda ad una crisi tra i componenti in età puberale.
C'era anche un video della canzone, con i quattro bimbettini che fanno le formine sulla spiaggia e costruiscono castelli in attesa di fare il bagno. Giusto la paghetta settimanale è servita per farlo.
Da notare, nel momento profondo della canzone, il bimbetto che acchiappa le farfalle col retino. Sullo sfondo 
un romantico tramonto.


domenica 7 luglio 2013

L'aspirina della domenica #24: Vieni con me

Dopo averci fracassato le palle per mesi con la sua cover di "Over the rainbow" (canzone che ora odio con tutto il mio cuore, dopo le pubblicità in ogniddove) arriva Vieni con me. Sono sicuro che anche questa ci fracasserà per bene tutta l'estate.
Il singolo, estivoso, è corredato anche da un video che sembra girato con un cellulare. Chiara (ma che cacchio la veste? Una volta che sia decentemente vestita c'è? UNA.) fa la parte di una corsara. Il tutto non ha senso alcuno, pirati che ballano intorno al fuoco, lei che balla ubriaca su un altopiano, lei che si fa il pirata.
Io salvo solo il pirata mi sa.


venerdì 5 luglio 2013

Il libro di Manuela Arcuri: quando il caldo dà alla testa

Ecco fatto. Anni ed anni di servizi dei tg ad informarci che nelle ore più calde è bene stare in casa, bisogna bere molta acqua e fare poca plin plin, andare nei supermercati insieme alle pizze surgelate, farsi almeno cinque docce a giorni alterni. Ma niente, rimane tutto inascoltato.
E finisce che Manuela Arcuri, colta da un colpo di sole, scrive pure un libro.


Di cosa parlerà? Della sua ultima interpretazione di Pupetta per cui concorrerà per un Golden Globe ed una decina di Oscar? 


Io, fossi in voi, ne comprerei già una copia per leggerlo sotto l'ombrellone! O si sa mai, se non avete dove appoggiare la bottiglietta d'acqua, o se vi manca una racchetta per giocare, o se c'è caldo, sì! Funziona benissimo come ventaglio!
Anche voi così potrete dire: "È bellissimo!".

giovedì 4 luglio 2013

Indovina indovinello: di chi sono queste belle scarpine?

Il quesito di oggi è: chi indosserà mai questa favolose scarpettine blu elettrico con fiocchettino allegato?


Vi do alcuni indizi:

  • il personaggio misterioso è di nazionalità italiana, anche se sentendolo parlare non si direbbe per nulla visto che quando sente parlare di congiuntivo usa il collirio;
  • in passato ha avuto relazione con una Stella;
  • apprezza mooolto le strisce, ma non quelle che troviamo come motivo su una t-shirt;
  • il tipo/a è eccentrico, anzi ha proprio un gusto di merda. La sua auto è questa:

Insomma, provate! Chi riuscirà ad indovinare avrà un bellissimo premio, un bacino dal sottoscritto (ok, il premio non era così bello).




mercoledì 3 luglio 2013

Ma come ti vesti?! Puttanpop edition


Ma dove sono finite le PuttanPop in questo duemilatredici? Lady Gaga è dispersa, si hanno più segnalazioni del mostro di LochNess piuttosto che di lei. Adele probabilmente si sta scofanando di porchetta, Madonna ci terrorizza con foto e video su Instagram, mentre Shakira se ne va a vedere la partita del suo consorte. 
E di album manco un'ombra, se togliamo le collaborazioni Pitbulliane, ma quelle ormai vengono fatte da chiunque.

Visto che non possiamo concentrarci sulla musica, commentiamo i loro outfit delle ultime settimane.
Cominciando da Lady Gaga, il suo ARTPOP uscirà prima o dopo che l'uomo arrivi su Marte? Non è dato sapere, intanto passeggia indossando (è una parola grossa) un retino, di quelli che si usano per acchiappare le farfalle. Non è romantico tutto ciò, unito al perizoma in bella mostra?


Tanto per non farci mancare nulla arriva quella bella principessa guerriera di Ke$ha la baghe$ha, proprio in versione Xena. A me sembra più insalamata della mortadella coi pistacchi, però lei è tanto convinta ai concerti. Prossima uscita direttamente nella mia salumeria di fiducia. 
Ah, e volevo anche mezz'etto di crudo, grazie.


Passiamo a Cher. Ora, qui ci sono due plausibili soluzioni al dilemma che vi trovate di fronte. La prima è che abbia deciso di riesumare i vestiti della sua giovinezza. Esatto, proprio quelli in cui si divertiva a fare shopping con Cleopatra. La seconda è che sia uscita direttamente da un episodio di Game of Thrones. 
The Grandmother of Dragon. 


Capitolo Lagna del Rey. Eravamo taaanto contenti di non sentire più le sue melense/deprimenti/monotone (e via di complimenti) canzoni, che ritorna a fare un video. Dalla foto si può notare come riesca a camminare con leggiadria su quei graziosi tacchetti rossi. 
Scinquanta la bbocca, scento l'ammore. 


Concludiamo ancora con Ke$ha, 'te possino. In questo caso diamo una occhiata anche agli accessori. Un pratico orecchino-coltello che miracol bleidde glie fa una pippa. Cosa c'è di più utile che averlo sempre con te? Ti vuoi fare un panino al salame? Viè qua, te lo affetto io! Ti è rimasto una acciuga fra i denti? Viè qua, te la tolgo io! Vuoi bucare la ruota a chi ti sta sulle palle? Viè qua, te le sgonfio io! 
Ke$ha sempre di gran classe. 







martedì 2 luglio 2013

Lezioni di stile: come mangiare un chewing-gum

È giunto il momento, per Trashipirina, di farci strada nel mondo del bon-ton. Non posso sempre parlare di culi-tette-culi no? 
Ecco che ci muoviamo direttamente nella terra dello stile, dove vige il protocollo anche per tirare lo sciacquone o per togliersi le cispie dagli occhi. Sto parlando della terra londinese.
La lezione di stile è tenuta da quella cavalla-donna di Camilla.

Partiamo subito, avete anche voi galoppat.. ehm fatto due salti oggi e non avete un buon alito? La vostra bocca è più fetida di Ke$ha quando non si lava le ascelle (cioè sempre)? Allora prendetevi un pratico chewing-gum. È essenziale che il movimento con cui viene introdotto nell'apparato buccale sia veloce e non dia motivo di pettegolezzi a corte. Proprio così:


Bene. Una volta portata la gomma alla bocca, inserirla. Il bon-ton vuole che non si spalanchino troppo le mascelle, un'apertura alla Emma quando canta è sconsigliata. Perciò fate attenzione, se volete essere di gran classe come la duchessa. 


A questo punto si può iniziare a masticare. Fate attenzione a non muovere troppo i muscoli facciali, non dobbiamo far vedere che "ciancichiamo" come un roditore qualunque.
Solo in questo modo potrete mangiare una gomma come Camilla. D-I-V-I-N-A-M-E-N-T-E.