giovedì 29 agosto 2013

La trash-recensione di Pretty Little Liars - summer finale. #allafinesiscoprechièA

[QUESTO POST CONTIENE SPOILER - Non mi assumo la responsabilità di quello che possiate fare dopo aver scoperto che -A è... scherzavo. Insomma non leggetelo!]

Alla fine non ce l'ho fatta proprio. È stato più forte di me. Ho sentito il forte impulso di dover commentare Pretty Little Liars, proprio in contemporanea con l'uscita del finale di metà stagione.

[Se sapete manco i nomi delle Liars proseguite pure direttamente alla recensione]
Non sapete cos'è Pretty Little Liars? (d'ora in poi lo abbrevierò in Pll, come si usa tra abituèè del telefilm, perché mi si attorcigliano le dita a scriverlo). 
Ve lo spiego subito: protagoniste sono quattro ragazze (le Liars) che, in seguito alla morte della loro più cara amica Alison (una bitch d'altri tempi) iniziano ad essere torturate/stalkerate/seguite/accozzate da una misteriosa -A. E fin qui tutto ok, se non che queste quattro dementi in quattro stagioni non hanno ancora detto una parola alla polizia, mentre intorno a loro amici e conoscenti vengono uccisi come d'autunno sugli alberi le foglie. Le situazioni e gli arzigogoli che gli autori hanno creato diventano sempre più imbarazzanti, così come gli outfit che abitualmente indossano. 
Ma veniamo a noi:

Puntata 12 stagione 4: Now you see me, now you don't


La puntata si apre con le quattro Liars intente a fare congetture su -A e sul caso "mamma di Hanna" che nel frattempo ci ha scartavetrato i testicoli per bene. Stranamente le quattro sono vestite decentemente.
Se contiamo sul fatto che per parlare con le amiche si vestono come se andassero a fare un red carpet ad Hollywood, ma tralasciamo.
Primo momento pll-ansia: suonano alla porta. Arriva un pacco: -A ha mandato alle Liars quattro palle (è sempre tanto/a fantasioso) tutto per dire: "Se libera la volete (1a palla), con me la vedrete (2a). Baci (3a). -A (4a)".
Le palle di -A
Cioè sta a mandare ogni millisecondo un sms ed ora manda le palle, mah.
Hanna, come al solito un idillio di intelligenza, capisce che se sua mamma esce di prigione per loro saranno guai. E grazie al cavolo. 
Ma ecco che Spencer esce con la frasona della puntata-pre-sigla: 

ZAN ZAN!
Quelli che seguono sono i soliti minuti riempi brodo per arrivare a 42 minuti. Nell'ordine: il tizio venuto fuori dal nulla aiuta la mamma di Hanna ad uscire di prigione / Ezra ringrazia Aria per averlo supportato nel momento di crisi, ma lei è ora innamorata di Jake (il tizio muscoloso che le insegna karate - se vabbè). Vestitodemmerda time: Aria decide di andare a scuola vestita da sua nonna. Che dolce.

No, ma bellina
Mentre la mamma di Hanna può felicemente uscire di prigione ed indossare i suoi vestiti firmati col prete, che inspiegabilmente possiede milioni di euro (sto pensando anche io di farmi prete a Rosewood), le Liars possono tranquillamente mangiarsi qualcosa. Dlin dlon. E te pareva.
N'altro pacco, ossantoddio. Altro momento pll-ansia- Aria: "cosa succede se non lo apriamo?" o figliola, ma che cavolo di domande fai? Sennò che ci state a fare lì. Insomma lo aprono. 


Ecco che Emily se ne esce in maniera sagace: "è una bara per bambini, giusto?". No Em, è un portagioie extralarge.
Ansia a palate. Aprono la bara e trovano... Una bambola! Non si sa per quale motivo, ma sono sicurissime tutte quante: è Mona. Quindi -A vuole sbuzzare la pazzoide della serie.

L'avevate capito anche voi che era Mona, giusto? Uguale uguale.
Il tizio che ha fatto scagionare la Hanna-mamma, che fino a due minuti fa era in stato vegetativo, si ricorda tutto di un colpo chi ha ucciso il detective Wilden: una tizia che verrà riconosciuta come Cece. Zan zan.
Le Liars si dividono per i loro sopralluoghi che finiscono nel 99% dei casi in un casino/tragedia: devono trovare Mona.
Ma eccetto il club di francese, dove è obbligatorio parlare francese anche per andare a pisciare, non scoprono una minchia.
[Intanto Toby guarda i bigliettini orrendi che aveva fatto a sua mamma - momento inutilità].
Shana - la tizia commessa al negozio di costumi nonché campionessa olimpica di nuoto, nonché aiutante di -A - perde un foglio (intelligenza innata): Wren (il dottore bono) si trasferisce a casa di Melissa (la sorella di Spencer sempregravida). E qui il cervello inizia a chiedere pietà.

L'ho messo in caso qualcuno la volesse andare a trovare.
Segue una scena di venti minuti sul confronto tra Spencer (vestita a casaccio) e Toby (coi capelli cotonati che Amanda Lear negli anni '80 ci fa una pippa): una delle settecento crisi della coppia. 
Nessuno ha ancora detto a Marlene che della mamma di Toby non ci interessa una simpatica minchietta?

Che scene commoventi. Per i capelli di Toby deceduti intendo.

Minuti riempi brodo: Aria invece di scoparsi il tizio stupendo guarda un film in bianco e nero, mentre lui si addormenta (te la sei cercata, demente) / Hanna cerca Mona con Caleb / Paige guarda un film con Emily. Insomma tutte le coppiette pucci - pucci. Ma c'è un MA. Perché Aria, sfavata e vogliosa, se ne va da Ezra e sbadabam! C'è il bacio.

Giù di lingua. 
Mentre le ragazze hanno deciso di tenere la bara, come grazioso soprammobile in salotto, ecco che arriva il TERZO PACCO: -A non bada a spese in questa puntata. È una scatola di magia, quelle con cui si i maghi fanno scomparire i vari oggetti. Dentro compare una sega:


-A la mena ancora con la storia di Mona. Le Liars partono allora alla ricerca di un negozio di magia e ta dan: ecco che spunta Ravenswood, il misterioso paesino dove qualunque cosa è sbiadita. 
Un po' come vedere dagli occhi con la cataratta di mia nonna.
Insomma arrivano allo spettacolo di magia del Great Charlemagne dove tutto è inquietantemente rassicurante. Sì oddio. Succede che Aria è costretta a fare il giochino del mago in cui viene fatta sparire: sarebbe la volta buona che ci leviamo di torno i suoi orribili outfit, ma niente. Era solo un finto momento pll-ansia.

Neanche David Bowie aveva osato spalline così tanto arcuate.

Finisce il gioco, ma Aria tornando indietro non è per nulla convinta, spaesata si guarda intorno. Manca qualcosa, una cosina, cosetta, cosa? Ah ecco, manca Emily (no, ma siete Flavia Vento o cosa?). 
Oddio da quanto è inutile nella serie, in effetti,  nessuno se ne sarebbe accorto. Andiamo a cercarla.
Em le chiama al telefono, è in una segheria. In un secondo Spencer scopre che è lì vicina al parco, roba che manco se ci sto un'ora la trovo con la connessione del cellulare e Google maps.

Arrivano alla segheria, la trovano. Si agitano, urlano, non ce la fanno. Alla fine la macchina che avrebbe generato tanti piccoli dolcetti Emily viene fermata. Ma non da una persona chiunque, da RED COAT! Aspettate, Aria non s'è 'mbriacata. Le red coat sono due.

La prima cappotto rosso viene seguita da Aria: a quanto pare non è così intelligente perché si imbuca in un una via senza uscita. Inizia una guerra a colpi di karate tra Aria e Cece (allora Aria non ci scopava e basta con Jake!) che finisce in tragedia. Cecia vuole fare Tarzan su una liana, ma la corda si spezza e lei si sfracella in terra. Ma sie, mica è morta. Sparisce così, nel nulla. 


La seconda Red Coat vuole farsi seguire da Spence in una casa: il covo di -A (sì, uno dei diecimila diversi covi di -A). Qui iniziano a cercare in ogniddove, per trovare ogni minimo indizio, ma scoprono una fabbrica di nulla. Se non che -A è un UOMO. (Fatemi capire: prima -A è uno, poi c'è un -A team, poi ci sono i Red Coat poi è un uomo? Ma non ci si crede).

La prima rivelazione delle rivelazioni

Uscite dall'-A covo incontrano una vecchia mezza cecata, è Miss Grunwald, la direttrice dell'università dove era stata Alison. Toh, un tempismo perfetto! D'altronde chi non va a fare una passeggiata in una inquietante serata nebbiosa a Ravenswood?
E qui Pll diventa un telefilm mistico: lei è una veggente e racconta della sera in cui Alison è stata uccisa.
In realtà lei ha sentito uno stimolo molto forte, e non era la diarrea per aver bevuto latte scaduto, ma Alison in pericolo. È un po' come l'uomo ragno insomma.
Grunwald salvò Alison dalla morte andandola a ripescare sotto terra (Pll-the Walking dead) e portandola a casa. ALISON È VIVA. Santocielo e ci volevano 80 puntate per dirlo?

Alison - zombie

Le Liars devono, però, stare attente: qualcuno segue Alison e loro possono aiutare questa misteriosa persona. Grunwald lo sente, lo sente dentro. Ha mangiato la peperonata e ce l'ha sullo stomaco da ore. 

La seconda rivelazione delle rivelazioni

Le Liars, dopo il drammatico racconto, devono vedere Alison. Decidono di imbucarsi alla festa di paese (vabbé, che stranezza eh?). Ma quel qualcuno le segue. Un qualcuno che entra nell'-A covo e si volta.


Chi sarà? Jason, il papà di Aria, il postino o il panettiere? Il preside della scuola forse? O il fiorario che si vede nella puntata 2X14? Marzullo forse, o Pippo Baudo? SEGUE SUPER SPOILER.


Quel personaggio inutile per ben ottanta e più puntate, servito solo per la storiella d'amore con Aria o per la sottostoria insipida col figliolo e quell'altra di cui non ricordo il nome è -A. EzrA.

12 commenti:

  1. E noi così

    https://www.youtube.com/watch?v=Ru6RbWTuGek

    Comunque ormai non faccio nemmeno più caso agli outfit delle liars. Certo che anche l'abito da sera A PALLINI che Aria indossa per andare a Ravenswood...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiaccio ancora che non ci siamo ripresi con tutte le puntate di Pll che abbiamo visto :( sigh! Saremmo stati anche noi all'altezza!

      Elimina
  2. Ma io non lo so pure Alison, e dillo che sei viva no?
    Avevo cominciato a vedere il telefilm, ma ho smesso alla prima puntata perché l'ho trovato subito noioso...ora mi rendo conto che forse sarebbe stato uno spreco di tempo Oo
    Ma perché poi devono fare 4 serie se hanno materiale appena per 2, fanne 2 ma falle bene e amen..arrivano alla fine della quarta che non sanno come farla finire e accorpano pastrocchi assurdi...un po' come Beautiful.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però ne vale la pena guardarla! entri in un tunnel dal quale non potrai più uscirne nei secoli a venire <3

      Elimina
  3. Finalmente la presenza di Mister Fitz ha acquistato un senso all'interno del telefilm, spero tanto che non si riveli un falso allarme come fu per Toby a suo tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che ho letto, sembra di no! Sì, finalmente ha un senso!

      Elimina
  4. Più che come Beautiful (chiaro e limpido film porno censurato in cui tutti vanno con tutti) è più come Lost: durerà un'infinità, perderemo il filo ogni due per tre e finirà di super melma, ovvero nessuno saprà mai davvero chi fosse A. P.s. hanno riconosciuto la bambola di Mona perchè ci fu una puntata in cui A.fece vedere alle Liars le loro sosia da bambine che giocavano con le loro bambole.

    http://cdn01.cdn.justjaredjr.com/wp-content/uploads/headlines/2013/03/pretty-little-liars-kids.jpg

    P.s. splendido articolo :D complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! Bravissima! Io con tutti gli episodi, di questo me l'ero scordato. Ora ricordo, se non sbaglio trovarono le bambine su quella specie di giostrina che girava con le bambole (a ricordarsi tutto ce ne vuole :D).
      Grazie mille!

      Elimina
  5. Dopo Cecia, sono morta dalle risate xD recensione adorabile <3
    Io mi chiedo una cosa.. ma di tutta la roba che -A spedisce comodamente a casa delle liars, 1 nessuno se ne accorge? (immagino la scena: mamma Ashley rivolgendosi ad hanna-tesoro cosa ci fa nel salotto quella scialba bara bianca per bambini? ed hanna di tutta risposta- Mamma, ma è vintage!) e 2,dove accipicchia mettono tutte quelle cose?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma infatti non ha nessun senso questa cosa! Ormai avranno un garage dove accumulano tutti i vari oggetti di -A :D

      Elimina
  6. ma soprattutto, ma quanti soldi spende A per spedire tutte ste cose????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha davvero, se è davvero Ezra dove se li prende tutti 'sti soldi che fa solo l'insegnante!

      Elimina