mercoledì 10 luglio 2013

Il party di Dolce&Gabbana: tra pitoni, sobrietà e galeoni

Dovete sapere che, qualche giorno fa, Dolce e Gabbana hanno organizzato una festa in maschera. 
Alla faccia della crisi e via dicendo. Per dire, io ci sarei andato con la mascherina che ti metti davanti agli occhi di Arlecchino, di quelle che compri alle edicole a 1.50 euri. 
Ma stiamo scherzando?! Del tipo che un costume sarà costato sì e no come qualche migliaia di mascherine arlecchinose. Robe che la mia postepay si sarebbe suicidata buttandosi giù da un ponte.
Ora, la sobrietà chiaramente faceva da padrona, ad incominciare proprio dai padroni di casa:


Potete vedere il torero camomillo con tanto di posa maschia, una tizia assolutamente NON rifatta ed un misto tra uno Zorro ed una Drag Queen. 


Alla tizia centrale le hanno fatto direttamente un mosaico bizantino sul corpo. A giorni dovranno edificare direttamente una Chiesa. 


Una regina di cuori caduta in un baule di vestiti. Ha rischiato la vita, ma si è salvata aggrappandosi al body dorato che porta.


Poiché 'sta tizia era troppo sobria (per sobria in questa festa si intende un vestito nero trasparente dove si vede anche la vagyna) ha pensato bene di aggiungere un piccolo accessorio. Un pitone imbalsamato a mo' di sciarpetta. Comodo comodo. 


Ma alla festa di Dolce & Gabbana c'era anche lei: Anna dello Russo. Che tornava con un suo must che tutti ricordavamo con emozione: il galeone! Come potete vedere un vestito ottocentesco del peso di una migliaia di chili (io spero ci sia stata l'aria condizionata, sennò Anna mi sarebbe diventata una piccola disidratata) completato da quel popò di barcone. 
A breve porterà un galeone a grandezza naturale, sono aperte le iscrizioni per il giro di prova.




18 commenti:

  1. Nella storia della letteratura e della cinematografia ci sono molti balli in maschera, e io ho sempre subito il fascino di queste immagini. Due su tutti, Labyrinth e Much Ado Abouth Nothing.

    Vedere queste altre immagini mi ha ucciso tutta la poesia. Vado un momento a rimettere l'anima, tanto non vale molto, poi mi riguardo entrambe le scene dei film a ripetizione, piangendo.

    RispondiElimina
  2. Ma come fa a tenere la testa dritta?! E' scandaloso xD

    RispondiElimina
  3. l'amica tua Anna l'ho vista al palazzo Ducale a Venezia. L'ho fotografata di nascosto, infatti la foto non è delle migliori, ma prossimamente te la mando. Appena l'ho vista ti ho pensato, mi corrodi le cellule grigie, Doctor!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì quando puoi mandala! Ne sarei tanto felice!

      Elimina
  4. quasi quasi rimpiango la Pinina Garavaglia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio non la conoscevo! *___* Ma la amo già!

      Elimina
  5. Complimenti per il blog, mi piace assai!

    RispondiElimina
  6. Quanta sobrietà! Si preparano forse x il Carnevale di Venezia?

    RispondiElimina