domenica 19 maggio 2013

Trashipirina goes to Eurovision song contest [episodio 3] LA FINALE!


Come sapete ieri sera e nelle scorse serate si è svolto l'Eurovision Song Contest 2013 ed il trash, come sempre, è regnato sovrano!

Iniziamo dalla vincitrice, viene dalla Danimarca e canta Only Teardrops. Emmelie de Forest eccetto il flautino iniziale ed i tamburelli che suonano durante l'esibizione, non mi ha particolarmente esaltato.
Quindi preparatevi, perchè il prossimo Eurofestival sarà in Danimarca. No, si sa mai voleste andarci. 


Ma eccoci alle note trash, vi presento Cezar che canta It's my life.
Allora iniziamo dall'abbigliamento, una specie di mantello di Dracula tempestato di Swarovsky e lustrini. Peserà sì e no un quintale, infatti i movimenti non riescono nel migliore dei modi. Continuiamo con Cezar, l'inizio è con una voce calda, testosteronica e poi.. sorpresa! Cezar diventa un soprano!
Non sottovalutiamo manco la sccenografia con gli enormi tampax che si muovono sullo sfondo. È il mio vincitore <3



Un <3 anche per Krista Siegfrids (dalla Finlandia) che canta Marry Me
Cuoricino in primo luogo per il look, vestita da sposa con la giarrettiera abbinata agli zepponi rigorosamente fucsia accecante. Molto carini anche gli Umpa Lumpa usati per la coreografia e le coriste vestite da tirolesi. 
Canzoncina orecchiabile, sembra di essere al Glee club.
Ma 'sta Krista è da ricordare anche per il bacio finale, proprio con la corista tirolese per la causa dei diritti gay. Evviva Krista!


Ma c'era anche Bonnie Tyler per gli Uk con Believe in me. Ormai diventata un panettone semovente (il nero sfina, dicono) vestita da catwoman in pensione, canta 'na palla di brano che vi consiglio di non ascoltare (poi fate voi).



Non so voi, ma a me 'sto Glorius dei Cascada non dispiace affatto! Almeno si balla un pochino, suvvia. Ma il vestitino color carne, da trapezista del circo, se lo poteva tranquillamente evitare di mettere. 



Ma veniamo alle note dolenti: Mengoni. Il nostro rappresentare si piazza settimo tra gli altri. Togliendo i versi schizofrenici che ha abitualmente sul palco, come la mancata sincronizzazione delle orbite oculari, un manichino di Zara, o la Venere di Milo senza braccia, si muovono più di lui. Capisco si voglia puntare sulla canzone, ma un minimo di coreografia no? Due cerbiattini, un coriandolino, due ballerini mezzi nudi, quando gli altri hanno esibizioni colossali da Oscar? L'essenziale davvero.


Ecco la classifica completa!

1. Danimarca – 281 punti
2. Azerbaigian – 234
3. Ucraina – 214
4. Norvegia – 191
5. Russia – 174
6. Grecia – 152
7. Italia – 126
8. Malta – 120
9. Paesi Bassi – 114
10. Ungheria – 84
11. Moldavia – 71
12. Belgio – 71
13. Romania – 64
14. Svezia – 62
15. Georgia – 50
16. Bielorussia – 48
17. Islanda – 47
18. Armenia – 41
19. Regno Unito – 23
20. Estonia – 19
21. Germania – 18
22. Lituania – 17
23. Francia – 14
24. Finlandia – 13
25. Spagna – 8
26. Irlanda – 5

8 commenti:

  1. A me la canzone vincitrice piace! La cantante sembra uscita da un telefilm di Disney Channel, e comunque tanti punti anche a quello che durante la sua canzone suonava il flauto. Il flauto.



    Il flauto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha in effetti è vero, sembra un po' Hanna Montana!

      Elimina
  2. Ma ho guardato l'esibizione della Romania, è assurdo che questo abbia avuto i preservativi giganti penzolanti dal soffitto, le ballerine nude, il velo rosso, il vestito catatonico, i coriandoli e i fuochi di artificio mentre Mengoni sia andato lì con la giacchettina e basta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Non so chi sceglie se fare le coreografie o no, ma almeno due cosine a Mengoni ci stavano tutte. Anche perchè lui era molto stoccafisso.

      Elimina
  3. che bello.... non mi sono perso niente :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noo, tutto questo trash, come fai a dire niente? :)

      Elimina
  4. I percussionisti dell'Irlanda.... Io mi ricordo solo quelli.

    RispondiElimina