lunedì 20 maggio 2013

La pillola del lunedì prima: Vattene amore [1990]

Per questo pillolone di inizio di settimana ho scelto un classicone di inizio anni '90 che avrete sicuramente cantanto, almeno una volta, nella vita.
Lo posto non solamente per il testo, incomprensibile. Io per esempio sono sempre in pena per quel povero gattino annaffiato che miagolerà, ci credo che miagoli povero. Ma poi perché annaffiarlo? Infatti nella seconda strofa il gatto è arruffato e si vendica, graffiandoli in maniera sanguinolenta. Mi immagino già Minghi con la coda di cavallo fatta a pezzi dalla bestiolina e Mietta, in un angolo che ripete Gattino annaffiato con lo sguardo perso nel vuoto. 
Anche se trovo molto più comico la Miettina che guarda il cartellone della pubblicità e si sfracassa la testa per cercare di leggerlo.
Ma lo strazio, cari miei, non è solamente riferito al testo. Eh no! Perché c'è un video, un video osceno.
Video in cui Minghi sfoggia il meglio del meglio del suo armadio, adottando un look da fantasma dell'opera. Mietta, per fare ancora di più, sceglie di indossare una giacchetta con le fantastiche spalline imbottite che pare un Super Sayan, od una discendente della dinastia Ming.
Video non-sense in cui si alternano scene di canto in una sala polverosa e scene in cui Mietta impazzisce lanciando fiori a chiunque. Vedere per credere.


L'ispirazione di oggi è arrivata grazie ad una serata con amici, dove ho scoperto i Literal Video. Questi sono  delle parodie dei video originali dove il testo viene sostituito con parole che descrivono cosa sta accadendo nel videoclip. Ecco, meglio vedersi questo!

15 commenti:

  1. Accidenti, cosa sei andato a pescare.

    E che ricordi.

    Questa canzone è valsa la rottura di una relazione con un tizio, ai tempi.

    Quando mi chiamò trottolino amoroso, mentre mi baciava l'orecchio, mi sono resa conto di essere finita nelle grinfie di un emerito coglione.

    Da lì a scappare via più veloce della luce il passo è stato brevissimo.

    Decisamente meglio la parodia, non c'è niente da dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è altro da dire, hai fatto benissimo! Il livello successivo poteva essere "gattino annaffiato"!

      Elimina
  2. Una pietra miliare della canzonetta italiana! Un nonsense orecchiabile. Ma perfino il grande Mogol ha toppato con "non piangere salame dai capelli verde rame"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì in effetti il non sense impera in questi versi! :)

      Elimina
  3. Inizio settimana veramente TOP! Grazie :)

    RispondiElimina
  4. Ahahahaha caro Doctor C., mi ci voleva proprio una risata fragorosa dopo essere tornata dalla questura per denunciare un furto in casa...
    Il 2013 deve essere il mio anno migliore!"!!!Mah....
    Ti ringrazio infinitamente per la graditissima iscrizione che ricambio seduta stante....
    E unisco il tuo blog ai miei preferiti!
    Un caro abbraccio e grazie di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono contento di averti fatto sorridere! Spero finisca bene la storia del furto!

      Elimina
  5. Aiuto!!!
    Dove sono i followers??????
    Fammi sapere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono qua sulla colonna di destra, sotto la scritta "i pazienti"! :)

      Elimina
  6. Il Literal Video è MERAVIGLIOSO, ho riso come un cretino per tutto il tempo!!! Ce ne sono ancora??? *________* Ti prego Ciuffo dimmi di sì!!!

    RispondiElimina
  7. Mi hai fatto scoprire un mondo!

    RispondiElimina